Stampa 

È considerato un autentico classico del Jazz. Con la sua musica, il suo stile di compositore e la sua voce, che è quasi uno strumento, Gianluigi Trovesi si pone fra gli autori che hanno definito l’idea di jazz europeo.

Il prossimo 20 luglio alle 21.15 sulla magica scena del Teatro di Verdura, Trovesi si esibirà con la PJO (Palermo Jazz Orchestra) del Conservatorio Alessandro Scarlatti di Palermo. È un concerto da non perdere, dedicato agli appassionati di questo genere musicale, ma non solo. Saranno eseguite le musiche di “Dedalo”, composizioni commissionate nel 1998 al musicista bergamasco dalla WDR Big Band di Colonia, arrangiate in collaborazione con Corrado Guarino, e rivisitate per l’occasione con la PJO. Interpreti: Vito Giordano direzione; solisti Giuseppe Urso, Samuele Davì, Paolo Sorge, Aldo Oliveri, Riccardo Randisi, Salvatore Nania, Gaspare Palazzolo e gli studenti del Dipartimento Jazz del Conservatorio A.Scarlatti.

In programma: Herbop, Scotch, As strange sa a ballad, Hercab, From G to G, Now I can, Dedalo.

La Palermo Jazz Orchestra del Conservatorio di Musica A. Scarlatti di Palermo ha un organico variabile formato da studenti e talvolta anche da docenti del Dipartimento Jazz. Vincitrice quest’anno del Premio Nazionale delle Arti che ha ospitato studenti pluripremiati in Italia ed all’estero. Ha al suo attivo significative collaborazioni con artisti di fama mondiale come Peter Erskine, Joy Garrison, Gianluigi Trovesi. Si è esibita in diversi festival internazionali come il Castelbuono Jazz Festival, il Palermo Jazz Festival ed il 1000beats International Percussion Festival nonché in teatri di prestigio e jazz club.

I biglietti si possono acquistare al botteghino del Teatro di Verdura, € 12 (intero) e € 9 (ridotto). Prevendita con Box Office Sicilia.